Redemption The Third Era – Si aprono le porte della Redenzione …

facebooktwittergoogle_plus

Finalmente ci siamo!!!

Siamo lieti ed emozionati di potervi annunciare che da oggi la beta di Redemption The Third Era è online!
Essendo una Beta abbiamo bisogno di te più che mai, gioca con noi e segnalaci gli eventuali problemi che riscontri in modo da permetterci di sistemarli.
Entra a far parte anche tu dei nostri Tester per ricevere premi e regali particolari.

Gioca con noi su    http://redemption.game

facebooktwittergoogle_plus

Redemption The Third Era – Endurance

facebooktwittergoogle_plus

In vista del lancio della Beta Chiusa, stiamo lavorando per preparare la modalità di gioco chiamata Endurance, che presenta una meccanica più innovativa rispetto a quella che avevamo previsto inizialmente, al fine di rendere più dinamici e interessanti gli scontri.

Nella modalità di gioco Endurance, il deck sarà composto da una Carta Eroe e da un minimo di una ad un massimo di otto Carte Personaggio.

Questo sistema di gioco prevede che la Carta Personaggio sopravvissuta ad uno scontro possa proseguire la partita e scontrarsi con le successive Carte giocate dall’Avversario in modo da poterne sconfiggere anche più di una.

Ad ora, la schermata iniziale di gioco si presenta come di seguito ed è composta dai seguenti blocchi:

  1. Carta Eroe del Giocatore (in basso a destra) e dell’Avversario (in alto a destra);
  2. Mazzo coperto, (in basso del Giocatore ed in alto dell’Avversario) ovvero le carte che compongono il mazzo e che saranno pescate successivamente dai giocatori;
  3. Carte scoperte, tre per il Giocatore (in basso) e tre per l’Avversario (in alto), ovvero le carte già pescate da entrambi i Giocatori e che costituiscono la mano fra cui scegliere la carta da giocare. Il Giocatore vede anche le carte dell’Avversario, ma non può sapere se questi attiverà o meno le skill prima di giocarle;
  4. Zona HUD (a sinistra dello schermo, la parte alta è dell’Avversario mentre la parte in basso del Giocatore, al centro si trova il Timer di Gioco), comprende il Pool Energetico, la Fama e il Cimitero su cui si collocheranno le carte ‘sconfitte’ di entrambi i Giocatori.

facebooktwittergoogle_plus

Redemption The Third Era – ‘Iconando’

facebooktwittergoogle_plus
Client Home

Client Home

Quella contro le Icone è una battaglia persa …

Ogni volta che una è finalmente pronta, sei certo che sia quella giusta, ma il giorno dopo la guardi nuovamente e il dubbio s’insinua … sarà davvero chiaro cosa indica? Forse se aggiungessi qualcosina in più? Magari un disegno più dettagliato? Una scritta chiarificatrice?! Perché devono essere così maledettamente piccole?!!

Noi abbiamo passato mesi ad arrovellarci sul loro ruolo e la giusta immagine da collocarvi, il giusto colore, la giusta texture, senza contare l’aggravante che volevamo delle icone ‘postatomiche’, come se in un quadrato di circa 40 pixel di lato fosse semplice infilare tutto …

Siamo arrivati ad una decisione, le icone principali saranno quelle che vedete nell’immagine e l’ordine tassativo impartito ai grafici è stato un sonoro STOP, basta cambiamenti, basta aggiustamenti, basta dubbi e soprattutto basta a frasi del tipo: ‘…mi è venuta in mente un’idea per le icone…’

Non fraintendeteci, abbiamo sempre considerato il perfezionismo una parte integrante del nostro lavoro perché ci aiuta sempre a migliorare, ma a fronte di tante cose ancora da fare concentrarsi su qualcosa di ‘pronto’ blocca gli sviluppi su parti ancora da concludere. I miglioramenti sono sempre bene accetti e forse forse queste icone subiranno altre modifiche, la cosa essenziale è che non facciate arrivare questa voce ai nostri grafici … al bisogno preferiamo coglierli di sorpresa!

facebooktwittergoogle_plus

Redemption The Third Era – Lavorando sul ‘Dorso’

facebooktwittergoogle_plus

Quando si lavora in team ad un progetto, una delle fortune (o sfortune, a seconda del reparto in cui lavori…) è che le idee possono saltar fuori all’improvviso e se l’idea è buona e ti piace, c’è sempre da lavorarci sopra un bel po’ per affinarla, sconvolgendo a volte ciò che hai portato a termine fin lì.
A fronte del nuovo sistema di gioco ‘Endurance’ stavamo guardando una delle tante prove sull’impaginazione della Schermata di Gioco e, come al solito, quella che più ci convinceva era l’ultima versione di una lunga serie. Accattivante, equilibrata e con quel sano gusto per il retrò che tanto si sposa, secondo noi, ad un’ambientazione post atomica. Ma l’occhio cade su una Carta completamente bianca e con un grosso punto interrogativo nero al centro.
“Cos’è quella?!” chiede qualcuno.
Un sorrisetto si allarga sulla bocca degli Sceneggiatori: “Quella è il Retro delle Carta da Gioco”.
Il reparto grafico ha un sussulto: “Volete dire che ci serve ANCHE un Retro Carta?!!!”
“E’ si … è proprio così …”
Gli ‘smanettatori di Codice’ ridacchiano: “Noi siamo pronti, ci serve solo un’immagine da piazzare al posto del punto interrogativo.”
Solo un’immagine …
I grafici, con un sospiro di resa (e diciamocelo, anche di euforia) tirano fuori da sotto il tavolo blocchi, lapis, gomme, tavolette grafiche e via … si ricomincia!!

E partono prove su prove per trovare il ‘nostro’ Retro Carta … amichevolmente chiamato inter nos: Dorso.

“Ma … è uno scherzo?! Qualcosa di più elaborato no….?”
I grafici sono soddisfatti dello scherzo e cominciano a lavorare sul serio …

“Mmmm … non va … troppo chiara, troppo scura, troppo colorata … proviamo a cambiare impostazione!”

“Ok, non ci siamo … troppo elaborata e troppo pesante, proviamo a cambiare soggetto!!”

“Ahhh!! Fermi, forse questa è la strada giusta … siamo vicini!”

Pensavate di vedere la versione definitiva? Ci stiamo ancora lavorando e stiamo ancora discutendo … :D

facebooktwittergoogle_plus